Ad un bimbo che sta per nascere

(dalla mamma della sua mamma)

donna_incinta

Tua madre guardo, una bellezza nuova,
goffa, irripetibile, dolcissima
e fra di noi si tende il filo antico
che ha legato eserciti di donne.
Sei maschietto, da poco l’ha saputo
e la mano sul ventre te carezza
e pare ti disegni, membra e viso
e sei piccolo, tenero, rosato.
Io rivedo lei bimba paffuta,
mentre tu grande e forte giganteggi
e bello sei, sei bello come un dio.
Sogno … non credo che io ti vedrò da grande,
forse, chissà, non so come né quando,
spero di me vivranno le parole.
Ti diranno che sei il più bel frutto
che da una donna un giorno s’è staccato
e sarai seme di un grembo di donna.
Tua madre guardo, la bellezza nuova
e le donne, un po’ tempio, un po’ vestali:
plasmano con il fiato e con l’amore,
la vita, quasi come il Creatore.

 

Antonella Alessandro
ROMA
 

La poesia “Ad un bimbo che sta per nascere” ha partecipato all’edizione 2014 del Premio Letterario Vincenzo Licata – Città di Sciacca, classificandosi al TERZO POSTO della sezione a tema “Profumo di donna”.

spacer

Leave a reply