Monthly Archives: ottobre 2010

Eternamente noi

Plasmati a divenir germogli d’unica essenza, raggianti gemme sorprese dal primo soffio di primavera. Distanza, altri incontri, fugaci parentesi nell’ansia di un sogno eccitato dai riverberi della realtà. Fiori sbocciati, coccolati dalle vivaci ali delle farfalle. Colori di vita, colori di gioia. Armoniosi, mai domi come floride acque di...

spacer

Il silenzio del ghiaccio [1941]

Sento l’aria glaciale che mi attraversa le narici e mi consuma lentamente le ossa. Provo nuovamente a muovere le dita del piede ma neanche questa volta risponde ai comandi. Sento le spalle scosse da forti tremiti di panico. Cerco di calmarmi riportando alla memoria immagini che leniscano il dolore...

spacer

Il grido

Ed io credevo fosse carnevale, padre, le sere quando ritornavi nera la faccia, ardenti gli occhi rossi. Facevi l’orco col passamontagna, fingendo di sbranarmi mi atterrivi, poi sorridendo i baffi mi tingevi. E non vedevo il sangue che grondava dal pane quotidiano che ci davi. Le tante lune in...

spacer

Il rosario dei seni

Viviana era stata uno dei miei amori più grandi, un affetto arrivato in mezzo alla vita migliore, quella dei trent’anni, dove il bene delicato del cuore veniva irrobustito, quando si scaldava, dagli slanci furibondi della passione. Un giorno m’aveva chiamato ancora. «Sei tu?… Sei proprio tu?… Come stai?». L’avevo...

spacer

Nannu Franciscu avia un macasenu

Figghiu, stasira ti vogghiu cuntari di me nannu Franciscu, di com’era, zoccu facia a lu munnu pi campari, nna vita di travagghiu e di pinzera Nannu Franciscu avia un macasenu, a la marina, allatu a li casciati; ddu stanziceddi mezzu sdirrupati di lu mari sciroccu e lu sirenu. N’ta...

spacer