Monthly Archives: dicembre 2009

La voce del mare

Se il mare avesse la voce del vento, ogni tramonto sarebbe un concerto, vedresti il sole che arpeggia mentre cuori di amanti si toccano sulla spiaggia nell’arcobaleno di rossi colori Se il mare avesse la voce delle stelle al suo suono vibrerebbe la pelle una mano violerebbe il senso...

spacer

I vecchi pescatori

Vorrei imparare le vostre parole dure, che intrise di croste di sale annodano reti fedeli, sicure, figlie di preci e pensieri. Senza Dio, avete un Santo a proteggere i cuori più cari nati dal mare, e moglie d’incanto a custodire vissuti focolari giammai ammansiti dalla furia del vento. Vorrei...

spacer

A Sciacca

La poesia “A Sciacca” è stata dedicata alla nostra splendida città dalla poetessa Federica Simonetto dopo esserne stata ospite per ricevere il meritato riconoscimento per la lirica “A Neda” con cui ha partecipato all’edizione 2009 del Premio Letterario Vincenzo Licata. Siamo particolarmente contenti di riportare che la poesia in...

spacer

Mare di cristallo

Sorgente di acqua limpida reale come il tempo nel mare di cristallo nel cuore di battiti tranquilli. di Concetta Di Piazza _____ La poesia “Mare di cristallo” si è classificata tra le finaliste della sezione delle poesie in italiano con tema “Il Mare” del Premio Nazionale di Letteratura e...

spacer

Canto del mare

Nel mezzo di un canto del mare fra onde zampilli gocce liberate nel silenzio è un canto di gioia tocchi di luce e di ombre oscillare di foglie orizzonte. di Concetta Di Piazza _____ La poesia “Canto del mare” si è classificata tra le finaliste della sezione delle poesie...

spacer

La mia oasi

Ricordo, una spiaggia solitaria sotto il sole splendente, una brezza leggera carezzava le dune di sabbia e il canneto. Sui cumoli di alghe piedi scalzi saltellanti di bimba gioiosa, contenta di avere la sua terra con il vigneto e il fico vicino al mare. Alberi di pini ai margini...

spacer

Onde scacciate dal mare

Su scogli arrotondati dal tempo si frantumano le onde scacciate dal mare che le vide nascere… Muoiono tra acqua e terra, piangono se stesse assorbite da fameliche spiagge in attesa. O per sempre disperse in traditrice risacca che arretra per poi ghermire. Loro, onde mai ferme, lacrime salate, nell’annunciata...

spacer

Gocce di sale

Dolce fruscio che popola l’aria nenia di flutti perpetui che avvolge un sole arrossato mucchio di sorsi salati stretti nella morsa di una schiena rocciosa, poesia dai contorni vibranti, cielo terreno che vieta ogni volo prigione di follie incompiute artista di danze proibite. Memoria senza pagine di una storia...

spacer

Ascutami ventu

O ventu chi canusci tuttu ‘u munnu… senti ccà a mia, ascutami un mumentu, picchi mi noci? Nun firriari ‘n tunnu… nun viri chi caminu quasi a stentu? Nun pèrdiri ‘u to’ tempo, ccà, cu mia, apprezzu ‘i to’ carizzi, li to’ curi, ma si o me cori voi...

spacer

Acqua cheta

Abbannunatu mi sentu, comu strummalo chi unn’avi chiù corda e i picciriddi un ci ponnu chiù ghiucari Ittatu a surcu, comu riti pirciata in capu a banchina caura ri suli chi duna ricoveru ai cani. Siccu siccu, ‘nu ventu ri sciroccu chi macari a testa m’abbrucia e l’anima e...

spacer

Facitimi npocu arripusari

Du’ ngagghi ca riluciunu, a l’umbra di na còppula cunsunta, c’ammuccia na facci astutata di spiranza; talianu! Talianu sutta lu suli a picu a un celu aridu, siccu di lacrimi; ca spissu li sdinija, mentri la terra, bivi assitata lu suduri ca scinni cupiusu da lu cori; lassànnulu, senza...

spacer

Aspettu ‘a primavera

Aspettu ‘a primavera e lu so pallidu suli, aspettu ddu raggiu ca illumina ‘a terra vagnata di lu sirenu, aspettu di li rami nuri spuntari tenniri fogghi e di li gemmi lu rosa di li persichi villutati aspettu ca l’aria profumi d’aranci, e havi inziu ‘a danza fistusa di...

spacer